Politica

Simone: «Altro che nuove tasse, per la sicurezza bisogna defiscalizzare»

La Redazione
L'accesso all'area industriale di Bisceglie
Il Presidente della Commissione Bilancio attacca Ricchiuti e Silvestris. La replica del componente dell'associazione degli Industriali di Bisceglie
scrivi un commento 413

«Leggo sconcertato della “geniale” e straordinaria proposta che nasce dalle fervide menti di Alessandro Ricchiuti e Sergio Silvestris durante l’incontro politico-elettorale che si è tenuto nella sede di Forza Italia sul tema della sicurezza. Eravamo curiosi di sapere quali fossero le soluzioni per rafforzare la sicurezza dei cittadini. Bene, oltre a riprendere e copiare fatti concreti già adottati dall’amministrazione comunale, ecco la soluzione che non ti aspetti: una nuova tassa di 500 euro da far pagare ai cittadini ed imprenditori».

E’ quanto afferma, in una nota, il Consigliere comunale del Partito democratico di Bisceglie Gaetano Simone.

«Una nuova tassa – scrive – che è esattamente il contrario di quelle che sono le politiche comunali più moderne, incentivate dai Comitati provinciali per l’Ordine Pubblico e la Sicurezza, basate sulla detassazione e defiscalizzazione di tutti gli investimenti in materia, come la videosorveglianza. Ricordo in tal senso che l’amministrazione comunale, guidata da Francesco Spina, ha introdotto un bonus fiscale a favore di chi installa un impianto di videosorveglianza. Esattamente il contrario, quindi, di chi vuole introdurre un’aberrante tassa sulla sicurezza dei cittadini».

«Superfluo ribadire – insiste il Presidente della Commissione Bilancio del Comune di Bisceglie – che ci batteremo fortemente perché l’idea di una nuova tassa, voluta da Forza Italia, Ricchiuti e Silvestris, non venga applicata sui cittadini biscegliesi. Quale Presidente della I Commissione del Comune di Bisceglie, nei prossimi giorni, approfondirò la possibilità di detrarre fiscalmente anche eventuali contratti e spese di vigilanza privata, sulla falsariga di quanto già fatto per la videosorveglianza, grazie alla quale sono stati individuati e arrestati numerosi responsabili di gravi reati. Il dato politico emerso ieri sera comunque è chiaro: le menti biscegliesi di Forza Italia propongono non più “1 milione di posti di lavoro” ma una nuova tassa di 500 euro per imprenditori e cittadini. Se il buongiorno si vede dal mattino…in bocca al lupo per le prossime geniali intuizioni».

Non è mancata la replica di Alessandro Ricchiuti che prende le distanze dalla bagarre politica, per ribadire il suo ruolo di tecnico.

«Gentile Redazione, volevo solo precisare durante l’intervento in largo Caduti Corazzata Roma, invitato come esperto e componente dell’Associazione degli Imprenditori biscegliesi, ho evidenziato il problema della sicurezza nella zona industriale senza voler né fare politica o polemica. Alle associazioni ed agli imprenditori il compito di proporre ed autoregolamentarsi, ai politici affrontare e risolvere la tematica della sicurezza».

giovedì 2 Novembre 2017

(modifica il 24 Giugno 2022, 9:04)

Argomenti

Notifiche
Notifica di
guest
0 Commenti
Inline Feedbacks
Vedi tutti i commenti